Il piacere della sicurezza

Trattamento acque

Il nostro servizio di disinfezione

Competenza ed esperienza ti assicurano un servizio completo e puntuale nel trattamento dell’acqua della tua piscina, fornendoti una consulenza sul sistema di disinfezione per una vasca protetta, sicura e pulita.
La consulenza prevede una gestione completa dell’acqua:

Richiedi consulenza

Analisi e verifica del pH e controllo del cloro

Il nostro monitoraggio garantisce un valore del pH compreso tra 7,2 e 7,4. Per evitare un pH inferiore a 7 e quindi un’eccessiva acidità dell’acqua, utilizziamo Dryplus, un prodotto in grado di aumentare mediamente il pH di 0,1 unità riportandolo al valore ideale. Quando invece il pH è superiore a 7,6 l’acqua diventa basica. Per evitare lo sviluppo della flora batterica, delle alghe e delle incrostazioni calcaree provocando un intorpidimento dell’acqua utilizziamo Dryminus, prodotto che diminuisce il livello di pH mediamente di 0,1 unità.

Il controllo del cloro della piscina è altrettanto importante: deve essere compreso tra 0,6 ppm e 1,50 ppm uniformemente distribuito all’interno della vasca. Per facilitare questi controlli, mettiamo a disposizione dei propri clienti un kit per la verifica del pH e il controllo del cloro libero (metodo D.P.D.). Di seguito alcune indicazioni utili per l’utilizzo del Kit:

  • Sciacquare la provetta, immergerla per circa 30 cm a bocca rovesciata e poi raddrizzarla facendo uscire l’aria.
  • Per la lettura del cloro libero, rimuovere l’acqua in eccedenza portando il livello alla tacca segnata sulla provetta ed immettere una pastiglietta di DPD 1.
  • Per la lettura del pH inserire una pastiglia di Red Phenol nelle apposite provette del Test Kit.
  • Tappare la provetta ed agitare sino al completo scioglimento della pastiglia.
  • Confrontare la lettura del cloro libero e del pH con le relative scale colorimetriche ed effettuare le eventuali correzioni con i prodotti specifici indicati in caso di valori indesiderati.

Superclorazione

Il trattamento di clorazione dell’acqua è fondamentale per assicurare una balneazione salubre.
La normale clorazione dell’acqua della piscina è garantita dall’utilizzo di Acido Tricloroisocianurico in pastiglie da 200g per dissolutori a sfioro e da 500g per piscine a skimmer.
Il potere clorante per circa 30 m³ di acqua avrà una durata di alcuni giorni (ad impianto funzionante per almeno 14 ore nell’arco della giornata).
Il numero delle pastiglie dovrà essere aumentato nel caso in cui la concentrazione di cloro libero esca dalle condizioni normali d’esercizio, compreso tra 0,6 ÷ 1,00 ppm. Inoltre, data la loro funzione di mantenimento, l’impiego deve essere successivo all’ottenimento dell’equilibrio dell’acqua (in particolare un valore di cloro libero in vasca di almeno 1,00 ppm).

La dispersione di cloro avviene per due motivi principali:

  • ossidazione: l’ossidazione trasforma le sostanze organiche nell’acqua in cloruri
  • azione del sole: i raggi ultravioletti provocano variazioni elevate nel tasso di cloro libero. In questo caso l’utilizzo di un prodotto specifico come Guard 100 (30 g/m³ rispetto all’acqua di riempimento), limita il consumo del cloro da parte dei raggi solari oltre a preservare il cloro in eccesso.

Trattamento anti alghe

Ad inizio stagione è fondamentale effettuare un trattamento che prevenga la formazione e la diffusione delle alghe.
Il controllo frequente dei valori di cloro libero e pH è fondamentale per apportare rapidamente le eventuali correzioni che riportino i parametri entro la norma e effettuare così il trattamento anti-alghe opportuno.
Immettendo 10 g/m³ di Alga Stop e ripetendo l’uso a dose dimezzata ogni 15 giorni, è possibile evitare che la temperatura elevata, il valore alto del pH, l’insufficiente clorazione o la presenza di nitrati favoriscano la proliferazione delle alghe.

La manifestazione delle alghe (verdi o nere) può avvenire in diverse forme:

  • aderente alla parete o al fondo della piscina o nei punti con minore circolazione dell’acqua;
  • in sospensione.

Flocculazione

La flocculazione è un coadiuvante della filtrazione dell’acqua per eliminare le microscopiche sospensioni che causano l’intorpidimento dell’acqua.
Il flocculante è un prodotto che con l’idratazione aumenta il proprio volume e il potere filtrante della sabbia del filtro e, di conseguenza, la sua capacità di trattenere le impurità.
Questo processo si basa sulle molecole idratate che legandosi tra loro danno luogo a fiocchi reticolati che si depositano sul letto di sabbia.

Al giorno d’oggi ricerca e sperimentazione consentono di trovare prodotti con efficacia costante e azione ad ampio spettro (pH 6,8 ÷ 8,0) ottenendo il massimo risultato tra pH 7,2 e 7,4. Il Flocculante deve essere diluito in un contenitore (1 parte di prodotto in 10 parti d’acqua) seguendo le indicazioni riportate sull’etichetta della confezione.
Per eliminare la torbidità è necessario miscelare il flocculante per 2 – 3 minuti in un contenitore di plastica, versarlo lentamente nello skimmer accanto alla pompa o nella vasca di compenso vicino all’aspirazione ad impianto in funzione. Le dosi di flocculante devono essere di 400/500 g di prodotto diluito al 10% per 100 m³ d’acqua. A seguire bisogna effettuare un energico controlavaggio ogni 4/5 ore di filtrazione ed iniziare subito un nuovo trattamento di flocculazione finché non si è ottenuta la cristallinità desiderata.

E’ possibile prevenire la torbidità o potenziare il letto filtrante con due passaggi: versare nello skimmer più vicino alla pompa, o nella vasca di compenso vicino all’aspirazione, 200/250 g di prodotto diluito al 10% ogni 100 m³ d’acqua. Ripetere il trattamento di flocculazione ad ogni controlavaggio del filtro.

Attenzione! La filtrazione dell’acqua non si deve mai arrestare fino all’ottenimento delle condizioni ideali dell’acqua.

Alternative al cloro in piscina

Siamo in grado di adattare i sistemi di gestione e controllo delle acque alle esigenze del cliente. Le tipologie che consigliamo:

Sistemi al Bromo

Il bromo è un alogeno particolarmente indicato nella disinfezione dell’acqua, in quanto agisce contro batteri, virus, funghi ed elimina l’inquinamento organico per ossidazione attraverso l’eliminazione dei fattori inquinanti.

Sistemi ad Ossigeno

Ottimo ossidante e disinfettante, l’ossigeno è inodore, incolore e non irrita la pelle e le mucose. L’ossigeno viene venduto in soluzione liquida, facilitando in questo modo l’utente nel dosaggio.

Sistemi ad Ozono

L’utilizzo dell’azoto come agente nel trattamento di disinfezione delle piscine avviene tramite un generatore combinato con lampade UV che produce scariche ad alta tensione e uccide il 99,9% dei microrganismi, batteri, virus e parassiti.

Elettrolisi del sale

La trasformazione elettrolitica del sale in cloro garantisce sicurezza e rispetto per l’ambiente riducendo al minimo l’utilizzo di sostanze chimiche. Si richiede il versamento del sale da cucina in acqua ogni volta che il livello di cloro scende sotto il minimo impostato.

Disinfezione con Luce UV

Il sistema di sterilizzazione UV svolge una funzione battericida attraverso la luce ultravioletta di tipo UV-C che distrugge il DNA dei batteri, virus, fermenti lattici, alghe e protozoi con cui entra in contatto.

Pool Moss

Siamo i primi in Italia a utilizzare Pool Moss, il sistema completamente naturale per purificare l’acqua nelle vasche. Il Pool Moss è un particolare muschio dalle proprietà batteriostatiche che stabilizza naturalmente il pH dell’acqua.

Pulizia pareti e fondo piscina

Sulle pareti e sul fondo della vasca possono formarsi depositi calcarei causati dalla durezza dell’acqua e da depositi di natura organica. I depositi calcarei sono prodotti dalle precipitazioni di calcare, che si verificano quando il pH è oltre la norma. La soluzione più efficace è svuotare la piscina e utilizzare il prodotto Anticalcare. Applichiamo il prodotto sul fondo e sulle pareti della piscina, lasciandolo agire per circa 5/10 minuti e poi effettuiamo un abbondante risciacquo, avendo cura di scaricare l’acqua mediante una pompa ad immersione da posizionare in prossimità della presa di fondo. Per massimizzare la resa del prodotto eseguiamo l’operazione di disincrostazione a vasca appena svuotata, in modo che il calcare non si secchi troppo.
I quantitativi di prodotto e l’eventuale diluizione variano a seconda del livello di incrostazione, delle dimensioni della vasca e di eventuali depositi organici misti a calcare.

I depositi organici sono principalmente smog e sostanze apportate dai bagnanti (creme solari, naturale esfoliazione della pelle, ecc.) che galleggiano in superficie e si depositano sul bagnasciuga. Per rimuoverli è necessario l’utilizzo del detergente alcalino Deterliner. Questo prodotto specifico agisce direttamente sulla zona interessata, basta attendere 5/10 minuti e fare un veloce risciacquo per ottenere risultati soddisfacenti e un’efficace pulizia della zona interessata. Il doppio intervento si rende necessario solo in caso di depositi calcarei sulla superficie prima delle sostanze organiche o viceversa, eliminando prima uno e poi l’altro.
Per limitare i depositi calcarei in presenza di acque dure o ferruginose bisogna impedire la precipitazione dei sali di calcio, magnesio e idrato di ferro presenti nell’acqua, utilizzando il Calcium Complex, un sequestrante le cui dosi variano a seconda della durezza dell’acqua, fin dal primo riempimento della piscina.

Siamo a disposizione per un’analisi preventiva dell’acqua di riempimento, al fine di identificare i trattamenti migliori per ogni tipo di situazione e consentire l’uso della piscina in totale relax e sicurezza.
La pulizia e la disincrostazione della piscina assicurano salubrità ed una migliore resa dell’impianto di filtrazione e trattamento dell’acqua.

Sanificazione aree di servizio alla piscina

Per prevenire la formazione e la diffusione di funghi o verruche è fondamentale effettuare un procedimento di sanificazione dell’ambiente circostante la piscina, in modo da poter camminare scalzi sulla pavimentazione a bordo vasca, nei servizi igienici o negli spogliatoi in modo sicuro ed evitando rischi.

Il nostro sanificante viene diluito all’1% in un contenitore per poi essere utilizzato nel lavaggio della pavimentazione e nel trattamento di sanificazione globale. Questo prodotto specifico è adatto per la sanificazione di spogliatoi e servizi igienici, ma si presta ad essere usato anche in diverso modo, per esempio aggiungendolo all’acqua delle vaschette lava piedi nelle piscine pubbliche (dose max 3%).

Richiedi il nostro servizio di trattamento delle acque

Compila il modulo, lo staff ti contatterà presto per fissare un appuntamento per la nostra consulenza

    Altri servizi

    Ristrutturazione piscine

    Rinnova il tuo sogno

    Programmazione check-up

    Gli esperti al tuo servizio

    Coperture invernali per piscina

    Apertura e chiusura stagionale

    Le attenzioni giuste in ogni stagione